L’archéologue qui a défié Daech

Layla Salih dans les salles endommagées du musée de Mossoul.© Patrick Tombola L’archéologue qui a défié Daech En Irak, être une femme, musulmane sunnite et archéologue a toujours été un défi. Layla Salih a choisi de mettre sa vie privée entre parenthèses pour défendre et promouvoir l’identité culturelle de son pays. Eleonora Vio, Patrick Tombola · 18 minutes de […]

Myanmar, le viol comme arme

En décembre 2017, la journaliste Eleonora Vio (Nawart Press) et le photographe Gabriel Berretta se sont rendus au Bangladesh à la rencontre des réfugiés rohingya. Brisant le silence dans lequel leurs souffrances les avaient emmurées, certaines femmes se sont confiées, parfois pour la première fois.

Le profughe Rohingya affrontano anche stupri e violenze

Il 2 marzo 2018 su Internazionale. “L’esercito birmano arrivava ogni giorno, la mattina e la sera. Noi rohingya eravamo terrorizzati e non riuscivamo a reagire”, dice Rosin Aktar, 15 anni. “Una volta i soldati erano circa duecento, ma sono stati in quattro a stuprarmi”. La popolazione musulmana rohingya in Birmania è storicamente discriminata, e dall’agosto […]

Mobbed and beaten in Rome, this Bangladeshi man refuses to go home

reportage by Eleonora Vio published on  TRT World on 3 March Bangladeshi immigrant Kartik Chondro was assaulted by a mob in Rome, an attack linked to the far-right’s anti-immigrant campaign across Italy. We visited his home in Dhaka to find out why this life-threatening event hasn’t forced him to return home. ROME/DHAKA — On October 29 last year, Kartik […]

Das Elend der Rohingya

Eleonora Vio’s interview about the desperate life of the Rohingya women between Myanmar and Bangladesh on Annabelle magazine, January 2018

Da Roma a Dacca, un Bangla tour per Kartik

Alcuni componenti della famiglia di Kartik Chondro davanti casa, a Chhaysuti in Bangladesh: da sinistra la moglie Happy, la madre Usha Rani e il fratello Palash posano col il suo ritratto (Gabriel Berretta)  Due mesi fa a Roma un lavapiatti è stato vittima di un raid razzista. Siamo andati in Bangladesh, a trovare la sua […]

La vita impossibile dei gay in Egitto

“In questa immensa prigione che è il mio Paese, da omosessuale sono condannato a morire”, dice Ahmed sfinito. Illustrazione di Stefano Adamo DI ELEONORA VIO per Esquire Italia NOV 30, 2017 Ogni mattina Ahmed si svegliava presto per pregare. Faceva colazione, si vestiva e cercava di uscire di casa prima che la madre iniziasse per l’ennesima […]

Senza vie legali, in Tunisia si diventa “harraga”

Una nuova ondata di giovani tunisini è decisa a raggiungere l’Europa. Ma nonostante l’incerta chiusura della rotta libica, la Tunisia resta un paese di partenza per soli tunisini. Giulia Bertoluzzi ha incontrato magistrati, studiosi, pescatori, e alcuni sopravvissuti del naufragio dell’8 ottobre. “Ho provato due volte a chiedere il visto per la Francia”, racconta Hafez, […]

“RESISTENZA ALL’ANTIZIGANISMO IN ITALIA” Seminario ROMA

        COMUNICATO STAMPA Presentazione del Report “RESISTENZA ALL’ANTIZIGANISMO IN ITALIA” Nuove strategie contro la discriminazione verso le comunità Rom, Sinti e Camminanti.   L’Italia è il paese più razzista nei confronti di Rom, Sinti e Camminanti. A dirlo è l’ultimo sondaggio del Pew Research Center sulla percezione delle minoranze negli Stati membri […]

Ora anche Abu Dhabi ha il suo Louvre

Abu Dhabi vuole diventare il centro culturale del Golfo persico, così inizia dalla versione emiratina del più noto museo parigino. Con un obiettivo a dir poco ambizioso: mostrare l’umanità sotto una nuova luce Costanza Spocci Domenica, 05 Novembre 2017 La cupola del Louvre di Abu Dhabi in costruzione. Photo credits www.timeoutdubai.com Quando l’emiro di Abu Dhabi […]

I pescatori tunisini che salvano i migranti

“Mi è capitato molte volte di soccorrere dei migranti in mare. Tu pensi di andare a pescare, ma quando vedi delle persone in difficoltà smetti subito di lavorare”, racconta Kamel Romdhane. Da anni i pescatori di Zarzis, nel sud della Tunisia al confine con la Libia, salvano i migranti in difficoltà nel Mediterraneo, sfidando le […]

Perché la guerra al terrore di Macron passa dal Cairo

Il piatto forte della colazione con Al Sisi era la Libia. L’Egitto teme le scorribande jihadiste fino al Nord Sinai. La Francia ha circondato il Paese anche a sud. E punta sul Generale Haftar per stabilizzarlo. Cascando in un equivoco. Che rafforza il mediatore egiziano Costanza Spocci Mercoledì, 25 Ottobre 2017 Il Presidente francese Emmanuel Macron all’Eliseo. REUTERS/Philippe […]

Il peso delle armi nel pranzo à la carte tra Macron e Al Sisi

Quella del presidente egiziano è una visita scivolosa per Macron. Ma la partnership con il Cairo è centrale per la sua lotta al terrore. E porta pingui affari all’industria degli armamenti. Così il “riavvicinamento strategico” continua. Suggellato dalla vendita di altri 12 Rafale Costanza Spocci Martedì, 24 Ottobre 2017 Il Presidente francese Emmanuel Macron dà il benvenuto all’Eliseo […]

In fuga con Can Dundar – Speciale Radio3mondo

“Essere giornalista è come vivere costantemente tra inferno e paradiso”. Così Can Dundar, il giornalista turco più odiato da Erdogan, descrive lucidamente la sua condizione di esiliato politico, mentre è a cena con noi a Ferrara, dove è stato invitato per ricevere il premio di giornalismo d’inchiesta Anna Politkovskaja. Lo stesso giorno però, ha ricevuto due notizie […]

Come sminare l’Iraq liberato dall’Isis

di Eleonora Vio per Wired Italia Più di 20mila civili sono morti in Iraq a causa delle mine. Reportage dal paese, dove ong e militari stanno cercando di bonificare strade e città Da quando l’Isis era stato cacciato, ogni mattina Mohamed sfidava il cugino Kareem a chi raggiungeva per primo la scuola. Quel giorno, mentre Mohamed cercava di […]

Kalashnikov e cellulare: i partigiani invisibili di Mosul

Sono comuni cittadini. In questi mesi hanno rischiato la vita per dare all’esercito informazioni sui miliziani. È anche grazie a loro se l’Iraq si sta liberando dall’Isis. Reportage di Eleonora Vio per Il Venerdì di Repubblica MOSUL (IRAQ). «Sono diventato informatore per vendicare mio fratello» dice Akram mentre, a Mosul Est, esamina i profili di […]

Oman, il sultanato in cerca di un futuro post-petrolio

Logistica, turismo, acciaierie. Il piccolo Stato del Golfo punta a liberarsi dalla dipendenza dal greggio. Sfruttando la sua posizione geografica strategica. E la fama di Paese tollerante. L’articolo su pagina99.   COSTANZA SPOCCI da Mascate Da Rentier State a primo Paese del Golfo a entrare nell’economia post-petrolio. Questa è la sfida per il sultanato dell’Oman: un Paese “povero” […]

SAR ZONE: A LA RECHERCHE DE VIES À SAUVER EN MÉDITERRANÉE – INKYFADA

Pour une meilleure navigation cliquer ici. Pour lire le photo-reportage cliquer ici, et scroll jusqu’au bout. Face à la fermeture récente de la route grecque à la suite de l’accord UE-Turquie, et à celle de la frontière Maroc-Espagne depuis une décennie, la Libye reste le seul point de départ actif pour mettre le cap sur […]

نقاش حول مناهضة العنف ضد المرأة في تونس

لا يزال مشروع القانون الأساسي المتعلق بالقضاء على العنف ضد المرأة في تونس، محلّ نقاش في لجنة الحقوق والحريّات بمجلس نوّاب الشعب. ورغم بعض القصور، فهو يُعتبر مكسباً كبيراً من قبل المدافعين عن حقوق المرأة حتى وإن بقيت بعض المحظورات مسكوتا عنها في المجتمع. منذ الثامن من آذار/مارس 2017، لا يزال مشروع القانون الأساسي“المتعلّق بالقضاء […]

Polonia, Le classi in uniforme

ELEONORA VIO Driiiin driiiin. Al suono della campanella gli studenti gettano le loro cose nello zaino, tirano giù i cappucci e su i pantaloni dalla vita troppo bassa, e si trascinano svogliatamente in classe. Nello stesso momento, e nello stesso istituto, altri giovani liceali vestiti con l’uniforme mimetica e gli anfibi di pelle salgono ritmicamente […]

Iran: la révolution discrète des zoroastriens

Depuis six ans, les prêtresses zoroastriennes peuvent à nouveau exercer leur culte. Un pas vers l’égalité des sexes dans un pays réputé conservateur. PAR GIULIA BERTOLUZZI ET INES DELLA VALLE — 01.12.2015 Dans les rues encombrées de Téhéran en plein ramadan, notre chauffeur de taxi s’arrête devant un bâtiment de style ancien à l’architecture sobre. […]

UN MONDO DI DONNE – RAISTORIA

Un mondo di donne – Controcorrente PER VEDERE IL VIDEO CLICCA QUI. Il coraggio e la passione nel perseguire i propri obiettivi, contro tutto e contro tutti. Elementi che accomunano una grande giornalista come Oriana Fallaci e le protagoniste della puntata. Giulia, Costanza ed Eleonora sono tre giornaliste italiane che hanno deciso di lanciarsi in […]

Itinerario
Lungo la Via della Seta 4 – Sono ritornate le sacerdotesse del fuoco sacro

Dopo secoli di silenzio e divieti, nel rigidissimo e conservatore Iran, le donne zoroastriane sono riuscite a conquistare l’eguaglianza nella celebrazione religiosa. Solo otto hanno ottenuto il titolo di “mobed”, che in parsi vuol dire prete. Nonostante i mille ostacoli disseminati da autorità e fedeli più reazionari. Anche a Teheran, ripercorrendo la famosa “Via della […]

“Gli ultimi” – Un mondo di donne RAI STORIA (27/9/2015)

Un mondo di donne – Gli ultimi Una produzione Rai Cultura Nel Kosovo, le vedove del villaggio Krushe raccontano come attraverso la solidarietà reciproca, sono risorte dalle ceneri di una guerra che le aveva private di tutto. Per vedere la puntata clicca QUI . “Un mondo di donne” è il racconto corale che lancia un ponte […]

Prêtresses zoroastriennes en Iran – OrientXXI

ORIENT XXI > LU, VU, ENTENDU > VIDÉO > GIULIA BERTOLUZZI > COSTANZA SPOCCI > 11 SEPTEMBRE 2015 Au moment de l’invasion arabe de l’Iran au VIIe siècle de notre ère, l’immense majorité des Iraniens étaient zoroastriens — disciples de Zoroastre ou Zarathoustra — ou chrétiens. Il y avait aussi une forte minorité de juifs. […]

ORIENT XXI > MAGAZINE > GIULIA BERTOLUZZI > 31 JUILLET 2015 À seulement 10 kilomètres des côtes turques, les 89 000 habitants de Lesbos ont vu leur île devenir la plus importante porte d’entrée dans l’Union européenne pour les réfugiés, juste après l’Italie. Dans les six premiers mois de 2015, 63 000 migrants ont rejoint les côtes grecques. Réfugiés afghans […]

Grecia, un luogo d’accoglienza possibile nell’isola dei rifugiati, che rischia di chiudere

A Lesvos, che con i suoi soli 10 km dalla Turchia è diventata meta privilegiata per tanti viaggiatori forzati, anche PIKPA, l’unica struttura no-profit per la ricezione dei migranti, rischia di chiudere di ELEONORA VIO su La Repubblica LESVOS (Grecia) – “Ogni mese che passa, battiamo un nuovo record,” dice Eleni Velivasaki, avvocato responsabile per […]

Servizio TG da Akçakale per RSI: Emergenza profughi al confine con Tal Abyiad

Emergenza profughi ad Akçakale, la cittadina turca al confine con la città siriana di Tal Abyiad da pochi giorni strappata allo Stato Islamico dalle milizie curdo-siriane dello YPG. Il servizio di Nawart Press per il TG delle 20 della TV Svizzera RSI (19/06/2015) : http://www.rsi.ch/play/tv/telegiornale/video/telegiornale?id=5402464 [min. 14.20] SUPPORTO AUDIO: Tommaso Zerbini

Giornata nazionale contro le mutilazioni genitali femminili: in Egitto donne e bambine raccontano il loro dolore (VIDEO INCHIESTA) – Huffington Post

L’Huffington Post 06/02/2015  Per vedere il video clicca qui  In Egitto, tra l’80% e il 93% delle donne cristiane e musulmane, soprattutto in aree rurali, sono state sottoposte a Mutilazione Genitale Femminile (MGF). Oggi, però, grazie agli sforzi congiunti di organizzazioni internazionali e locali, la situazione sembra destinata a cambiare. Nello specifico, nel 2014 UNFPA […]

Marocco: apre la più grande centrale solare termodinamica del mondo

Noor I: 500 mila specchi parabolici alti 12 metri in un’area di oltre 30 km quadrati. Quando il programma sarà ultimato fornirà energia a 1 milione di persone di Giulia Bertoluzzi Alla centrale Noor I sono stati installati 500 mila specchi parabolici (Afp) shadow A Ouarzazate, alle porte del deserto nel sud del Marocco, nelle […]

Noor 1, première centrale d’électricité solaire du Maroc

COMMENT LE SUD LUTTE CONTRE LE RÉCHAUFFEMENT CLIMATIQUE ORIENT XXI  10 DÉCEMBRE 2015 Tandis que la COP21 s’apprête à clôturer ses travaux, sans que l’on sache encore les résultats des négociations, de nombreux pays du Sud tentent des expériences pour ralentir le réchauffement de la planète. Au Maroc, la première centrale d’un grand complexe thermodynamique […]

Se il sole del deserto diventa energia pulita

  Ouarzazate, alle porte del deserto nel sud del Marocco, è famosa per i suoi Atlas Studios, che hanno ospitato le troupes cinematografiche di grandi colossal americani come Game of Thrones e Babel. Immense distese rocciose circondate dalla grandiosa catena dell’Atlante. Nel mezzo un’unica strada accecante è letteralmente invasa dalle orde di bambini che inforcate […]

School’s out for Syrian children in Turkey

By Eleonora Vio ISTANBUL, 4 November 2015 (IRIN) – Not so long ago, Syria had an education system that was the envy of the Arab world and was reflected in its 90 percent literacy rate. But education has become yet another casualty of a civil war now in its fifth year. Nearly half of the […]

Frontiera Melilla, per i siriani un nuovo muro prima dell’Europa – REPUBBLICA

Taglieggiati per poter fare richiesta d’asilo, costretti a mescolarsi tra i frontalieri o a nascondersi in vani motore delle auto, ricattati e sempre a rischio di espulsione. Anche per molti africani il limbo sul confine Marocco-Algeria è diventato una prigione, cui ormai si preferisce il viaggio mortale attraverso la Libia di GIULIA BERTOLUZZI La rete […]

Il Faraone contro il Califfo nel Sinai – East

n.58 marzo/aprile 2015 GUERRA SANTA! Il nuovo numero di East è in edicola, in libreria e in digitale dal 1 marzo. Copertina The Charlie Effect spiega perché lo scontro tra Islam e Occidenteè una storia sbagliata. L’Isis si fa ricco e la Rete Oracolo non ha dubbi sui nodi cruciali del 2015. Europa Mentre Samantha e […]

Egitto, dove la satira può costare la libertà – Repubblica

“E quelli che non amano Sisi dove finiscono bambini?” – “In prigione Miss!” (Andeel) 14 gennaio 2015 Solidali con i colleghi francesi di Charlie Hebdo, i vignettisti egiziani sono in prima fila nel rischioso fronte della critica al potere. Qui dominano la censura e il rischio concreto di pagare con il carcere il proprio lavoro […]

La difesa delle egiziane è costata cara a Yara – Il Caffè

  COSTANZA SPOCCI In Egitto il divario ricchi-poveri è una larga forbice arrugginita che la nuova giunta militare, fan di sfrenate politiche neo-liberiste, non sembra aver intenzione di smuovere. Essere egiziano oggi, infatti, significa fare parte di quella maggioranza che non ha un salario minimo, una protezione sul lavoro, e non può esprimere la propria […]

Prosciolto Mubarak: la rabbia esplode in Egitto, il primo selfie del rais – Pagina 99

30 novembre @ 09.51 COSTANZA SPOCCI Proteste a piazza Tahrir nella notte del 29 novembre (MOHAMED EL-SHAHED/AFP/Getty Images) Il Cairo L’ex Rais prosciolto dall’accusa di omicidio di 239 manifestanti nel 2011. Tensione nella capitale, 2 morti in piazza. “Non ci sarà mai resa giustizia” commentano i rivoluzionari di piazza Tharir. Il primo selfie del presidente […]

“Scioccante la mancata condanna di Mubarak” – Il Caffè

Proteste per l’assoluzione dell’ex presidente egiziano COSTANZA SPOCCI Il 29 novembre entrerà nei libri di storia come la data in cui il ciclo delle rivolte egiziane iniziate a piazza Tahrir il 25 gennaio 2011 viene definitivamente e ufficialmente chiuso. L’ex presidente egiziano Hosni Mubarak, deposto e imprigionato in seguito alla pressione di milioni di egiziani […]

Al Sisi incontra Renzi, in Egitto proseguono gli arresti di massa – Pagina 99

23 novembre @ 15.42 COSTANZA SPOCCI E GIULIA BERTOLUZZI Matteo Renzi con il presidente egiziano Al Sisi a Villa Madama il 24 novembre 2014 (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images) Roma è la prima tappa del tour internazionale del presidente egiziano. Una scelta dettata da precise ragioni economiche: l’Italia è il secondo partner commerciale del Paese arabo dopo […]

Cracking down on Egypt’s ‘terrorist’ media – Al Jazeera

The detention and censorship of journalists has escalated since the military coup in July. 16 Oct 2013 13:38 GMT | Politics, Egypt A journalist films Islamist protesters outside the Media Production City on the outskirts of Cairo in March [EPA] Cairo, Egypt – Mostapha had an idea. The young video journalist, employed by the Egyptian state-owned […]

Un giornale clandestino nelle mani di Solange – Il Caffè

COSTANZA SPOCCI Solange Lusiku Nsimire, è una giornalista congolese di 40 anni a capo del mensile indipendente “Le Souverain”, il cui nome fa riferimento ad un popolo sovrano che rivendica la propria libertà di espressione ed informazione. Il giornale è stato fondato nel 1992 a Bukavu, Sud Kivu, nell’est del Congo, una delle regioni più […]

Con Kannou candidata s’è vista un’altra Tunisia – Il Caffè

  COSTANZA SPOCCI Attivista di lunga data contro il regime di Ben Ali e presidente dell’Associazione Nazionale dei Magistrati tunisini fino al 2013, Kalthoum Kannou è stata l’unica donna tra 27 candidati a presentarsi al primo turno delle elezioni presidenziali in Tunisia. In un primo momento orientata a presentarsi alle legislative “dove pensavo di essere […]

Kobane – Suruç : 7 km de distance, 2 pays, 1 peuple – Choisir

Écrit par  Giulia Bertoluzzi et Costanza Spocci agence www.zeernews.com Octobre 2014. Sur les trottoirs de la rue principale de Suruç, en Turquie, 200 000 réfugiés de Kobane s’entassent sous la surveillance des patrouilles de la police. Les espaces publics ont été aménagés pour accueillir les tentes destinées aux réfugiés. L’aide humanitaire est organisée et financée […]

Dreams of homeland in the valley of tears – Middle East Eye

#SyriaWar Living under Israeli occupation, Syrians living in the Golan Heights feel inextricably tied to events in the larger Syrian homeland from which they are severed A Syrian man sits in the village of Ain al-Tineh, 70 km southwest of Damascus, across the border from Israeli-occupied Majdal Shams (AFP) Eleonora Vio Wednesday 10 September 2014 […]

Giulia Bertoluzzi

Laureata in Lettere e in Studi Europei alle Università di Bologna e di Bruxelles, ho lavorato in diverse realtà e associazioni prima di prendere la strada del giornalismo in Medio Oriente. Dal 2012 in poi ha lavorato in un collettivo di freelance e nel 2015 ha fondato Nawart Press, viaggiando tra Egitto, Libano, Turchia Israele e Palestina e Marocco. Politica, società, questioni femminili, ambientali e culturali sono al centro dei miei interessi.

Costanza Spocci

Laureata in Scienze Politiche a Bologna e IEP a Lione e master in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Forlì. In questi anni ho realizzato che per capire la storia di un paese e comprenderne a fondo le dinamiche, dovevo vederlo con i miei occhi. E così ho fatto. Prima in Marocco, poi in Nepal. Poi Kabul e Peshawar in Pakistan. Dal 2012, sono partita al Cairo, lavorando come giornalista in un collettivo di freelance, girando tra Gaza, Cisgiordania, Israele Libano e Turchia. Dal 2015 ha fondato Nawart Press!

Eleonora Vio

Il master in giornalismo conseguito a Londra e il periodo trascorso in Iran, gli stage in giro per il mondo e la borsa di studio nel Golfo, mi hanno aperto la strada per intraprendere la poco raccomandabile professione del freelance, ma se non avessi seguito la mia naturale propensione ad abbandonare l’ovvio per esplorare il diverso, non so se sarei andata molto lontano. Ho vissuto in India, Qatar, Palestina ed Egitto, prima di fondare Nawart Press nel 2015.

o seguici su


Powered by